Chi mi segue

Riflessione minima

 

Oggi vorrei proporre una semplice ri flessione. 

Quanto aiuto può dare l'arte nei suoi vari tipici aspetti. 


Immagine dal web 


Per esempio può aiutarci nel venir fuori dai problemi causati da questa pandemia? 

Può l'arte, come pittura o musica o cinema o fumetti o lettura o quant'altro, tirarci fuori dai danni psicologici che certamente stiamo riscontrando tutti, chi più chi meno? 

Quanto bene procura a chi la produce e quanto a chi la osserva ed ammira? 

Ciao e grazie. 

Commenti

  1. L'arte è un beneficio per la conoscenza, l'intelligenza e la curiosità,Non sarà mai un rimedio benefico per gli ignoranti e i poveri di spirito.
    L'arte non è democratica rivela la sua bellezza e da gioia solo a chi la sa capire.
    Purtroppo la pandemia è democratica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti la pandemia è di difficile comprensione. 😅
      In effetti non la si comprende tanto facilmente e quindi altrettanto difficilmente ne acquisiamo i benefici.
      Come sostenne anche Dalì, l'arte non può e non deve avere fede politica. Ma questa è un'altra storia. Ciao e grazie Fulvio.

      Elimina
  2. Io credo che l'arte possa fare molto, non solo come cura , per questa pandemia, ma sempre. A me è mancato il fatto di dover rinunciare alle mostre, agli eventi , per moltissimo tempo. Ora ho ripreso a tornare a Milano, ma, per tanto tempo , non sono riuscita a fidarmi dei mezzi pubblici.
    L'arte, come lettura, fumetti, ascolto di buona musica, è stata senz'altro una compagnia, nei lunghi giorni in casa. Sono stati una distrazione, un approfondimento culturale. Ora spero proprio che si posa tornare a partecipare "dal vivo" a questi eventi, perchè mi sono mancati. Ciao cara.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, per tanti di noi che amano conoscere e guardare da vicino è stato molto difficile. Come darti torto Mirtillo. Speriamo solo che non si chiuda tutto nuovamente. Ho fiducia però.
      Grazie di cuore e buona Domenica.

      Elimina
  3. L'arte è passione e curiosità. Fornisce linfa vitale e ci allevia i cattivi pensieri.
    Un viatico per la depressione e il malanimo. Ma ha ragione Fulvio.. il povero di spirito non ne beneficia..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È molto difficile fronteggiare l'arte proprio per quello che tu scrivi. Concordo con Fulvio in effetti. Abbraccioni!
      Grazie Franco!

      Elimina
  4. L’arte ci può aiutare sicuramente, però l’unico problema è che per poter usufruire dell’opera d’arte è necessario conoscerla. Con tutta questa diffusa ignoranza, a molti non comunica niente, purtroppo. Buona serataz

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Caterina.
      Senza la spinta della conoscenza è difficile comprendere qualsiasi cosa. Probabilmente è per questo che in tanti vivono male le possibili restrizioni. L'ignoranza è anche sofferenza purtroppo.
      Grazie e ti abbraccio forte.

      Elimina
  5. Ciao Pia, l’arte è l’essenza del nostro essere, da sempre è il motore che permette di avanzare, consente l’evoluzione culturale, cosa che necessita di un piccolo ma immensamente piacevole sforzo mentale (come sottolineato dagli amici che hanno commentato prima di me non tutti sono disposti a fare questo passo).
    La pandemia non ha permesso le visite ai musei ma non ne ha impedito lo studio delle opere stesse, non ha ostacolato l’ascolto della musica, la ricerca della profondità nella pittura, scultura e fotografia ha concesso ancor più tempo per la letteratura, per la poesia.
    Nel mio piccolo ho constatato che chi ha coltivato le varie passioni artistiche ha sofferto molto meno di chi non ha nessun interesse verso le arti.
    Chi ha saputo raccogliere le opportunità che questo periodo ci ha concesso (nonostante tutto ne abbiamo avute) avrà sicuramente meno difficoltà a ripartire perché lo farà da una base culturale più elevata e in fondo potrà contare su una continuità che rende più leggero il cambiamento.
    L’arte come arricchimento del “pensiero” senza il quale non si va da nessuna parte.
    Un abbraccio, buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici bene. Il vuoto pneumatico del lockdown è stato spunto e occasione per chi si arricchisce con un libro, scrivendo, godendosi un film, una visita museale online, cucinando o dipingendo, o anche una splendida passeggiata solitaria con le proprie meditazioni.
      Per tanti, troppi, invece è arrivata la depressione.

      Elimina
    2. Buongiorno Romualdo!
      Cosa aggiungere, hai scritto pensieri molto giusti che sono anche i miei.
      Tutto dipende dal nostro modo di affrontare i problemi.
      È rendere prezioso il nostro tempo,anche solo leggendo oppure informandosi, che evitiamo inutili sofferenze.
      E come dici, ne usciamo addirittura più cresciuti in ogni senso. Arricchiti è la parola giusta.
      Grazie. Abbraccio enorme. Ciao.

      Elimina
    3. Ciao Franco.
      È così. Romualdo ha messo in risalto le nostre possibili pochezza. I mezzi ci sono e se usati bene il lockdown ci fa un baffo, anzi due. 🙃😄
      Anche una passeggiata in solitaria fa mooolto bene.
      Altro che depressione!
      Grazie e buona Domrnica.

      Elimina
    4. La vita inevitabilmente mette sul nostro cammino dei "vuoti" che ci spiazzano, sta a noi scegliere se riempirli o lasciarci risucchiare passivamente, nel primo caso ne usciremo più forti, nel secondo ne rimarremo intrappolati.
      Pia e Franco, buona giornata.

      Elimina
    5. 👍
      Buona serata Rumualdo. Sempre grazie. 😘

      Elimina
  6. Dipende anche dal grado di interesse per l'arte. Io ne sono estasiato, ma c'è chi - legittimamente - non prova alcun interesse in essa. Se consideriamo "arte" in senso molto estensivo anche i miei dilettanteschi fumetti realizzati con un software grafico, certamente mi è di enorme aiuto anche come "praticante". Le ore che passo al pc editando immagini sono sempre una fonte di serenità per me, quando termino una vignetta e la vedo conclusa mi accorgo ogni volta che il mio respiro è più lento, le spalle non sono più rigide, e sulle labbra mi si è disegnato un accenno di sorriso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco appunto. Ci si rilassa in modo impressionante. È una sensazione fantastica!
      Ma i campi artistici sono talmente tanti. Basta sceglierne uno, altrimenti proprio non si vuol fare, secondo me. 😅
      Chissà che bello il tuo sorriso a fine lavoro...
      Ciao carissimo Ariano. Grazie e buona serata.

      Elimina
  7. Buonasera Pina
    Direi che non risolve i problemi l'arte, ma aiuta a vivere meglio
    purtroppo con la pandemia hanno chiuso tutto per cui ha aiutato i giusto
    Tutto sommato non ne ho sentito la mancanza anche perché a distrarmi come penso tutti voi ci hanno delle trasmissioni così travolgenti e di interesse travolgente che quasi quasi riuscivo a vederle tutte senza la addormentarmi
    mi sono fatto una cultura molto più grande di quella che ho su qualche autore e per questo devo ringraziare il covid 19 dobbiamo specificare l'anno perché credo che arriverà il 21, 22, 23 quindi prepariamoci a una a una astinenza di arte vissuta dal vivo
    Buona settimana che sta per arrivare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono Pia eh! Ahahahah...
      Buongiorno a te Andrea!
      Sì, la penso come te e molti altri qui.
      Aiuta tanto e, proprio perché fermi ed impossibilitati a fare altro, ci ha dato forse più conoscenza.
      Magari arriveranno nuove versioni pandemiche ma noi ora sappiamo come affrontarle, non ci arrendermi mai. 😉
      Buon inizio settimana a te, ciao. 🤗

      Elimina
  8. L'arte deve soprattutto in questi momenti e evidenziare un pericolo clima liberticida. Poi se è quando tutto finirà potrà anche per alcuni allietare mente e cuore ma ora no può fingere che nulla sta accadendo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto dipende da cosa vogliamo comunicare, anche tramite l'arte, è vero. Come la tua di arte Daniele. Comunichi ciò che in tanti non vediamo, quel che fai è importantissimo.
      Poi, e questo è molto personale, a me allieti comunque mente e cuore, altroché!!!
      Ti abbraccio forte, grazie!

      Elimina
  9. dove manca natura Arte procura
    Grazie della visita Pia
    a presto
    Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande questo proverbio. Concordo.
      Grazie a te Maurizio. Sì, a presto. Buona serata!

      Elimina
  10. Cara Pia, sono sicuramente d'accordo con te sul fatto che questa pandemia abbia causato in tante persone problemi psicologici di varia natura. Alcuni sono arrivati al punto da non voler più trattenersi e sono partiti in quinta come degli uragani alla prima contrarietà altri hanno perso l'euilibrio e non cercano nemmeno di ritrovarlo. Trovo che sia la letteratura che l'arte in ogni sua forma siano sicuramente benefici e che possano aiutare le persone a ritrovare il loro equilibro interno ed a non pensare, almeno per un attimo, alla situazione in cui ci troviamo, cosa saggia e necessaria. Arte, Natura e letteratura insieme sarebbero il meglio in assoluto. Credo come te che possano essere un'aiuto a ritrovare la propria essenza persa in mezzo ai vari problemi causati dalla pandemia. Un bacione grande. Buona continuazione di settimana e serena estate

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non aggiungo altro, hai compreso molto bene il mio pensiero.
      Ti ringrazio tantissimo Arwen, un forte smack e buona continuazione a te! 😚😙😚

      Elimina
  11. Indubbiamente l'arte aiuta, guarisce, sostiene e ricrea. Abbiamo bisogno come il pane di bellezza! Certo anch'io in questo periodo ho sofferto di alcune limitazioni, ma penso che - al di là della frequentazione di un museo, di un teatro o di una sala da concerto - ci possa aiutare, come qualcuno ha già detto, anche la possibilità di coltivare una passione nella quale ritroviamo noi stessi e il nostro centro.
    Grazie di cuore, Pia, e un abbraccio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Coltivare le nostre passioni, ben detto Annamaria.
      Se ne abbiamo dobbiamo sempre usarle per alleviare le nostre sofferenze, lo penso anch'io.
      Grazie infinite a te, abbraccio enorme!!!

      Elimina
  12. Ciao Pia!
    Con me sfondi una porta aperta! La mia vita senza l'arte sarebbe vuota. Il teatro, la scrittura, la creazione di oggetti in tessuto, piccole prove di disegno che ogni tanto mi diletto a fare, leggere libri, fumetti sono tutte parti essenziali della mia vita. Non potrei mai farne a meno :-) Perciò buona arte a tutti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravissima Giulia, è così che si fa!
      Che altro scrivere... Buon a arte a te, grazie mille! 🌼⚘🌼

      Elimina

Posta un commento

I vostri preziosi pensieri siano i benvenuti. Grazie.
Tutti i miei scritti sono privati.
Vietato riprodurli senza il mio permesso.