Chi mi segue

Una preghiera



Ti prego Signore fa che non dimentichi.
Tutto ciò che ho provato di profondo.
Non voglio dimenticare.
Fa che ricordi
perché solo così saprò come trattare chi giudica dalle apparenze.
Se finirà e Tu vorrai che finisca
fa che riconosca chi mi e ci ha fatto del male
con la scusa della giustizia.
Falsa, perché usata per i propri propositi di interesse
per supremazia ed abuso del proprio potere.
Per antipatia, gelosia, vendetta.
Non voglio dimenticare
fa che non dimentichi.

Grazie Signore
grazie mio Dio.

Se finirà
desidero che nessuno sia ferito oltre a noi.
Ma fa che ricordi.
Fa che il rimorso di chi ci ha accusato ingiustamente
sia profondo
almeno il doppio di ciò che noi abbiamo sofferto.
E fa che gli raggiunga il nostro perdono.
Un perdono vero, senza secondi fini, ma che sentano intimamente.

Fa che non dimentichi nulla Signore.
Fa che non dimentichi
come sempre mi accade.  Sarebbe un grosso errore.

Grazie Signore
grazie mio Dio.


Pia 

Commenti

  1. Cara Pia, questa è una preghiera che dovrebbe essere sempre ricordata!!!
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tomaso, grazie!
      Se non ricordata almeno ascoltata. Abbraccio e bacio.

      Elimina
  2. E' una preghiera che emoziona parecchio, la tua.
    Se chi ha provocato il male sarà tormentato dal rimorso che brucia, allora potrai chiedere di dimenticare, per permetterti di sentirti (in pace profonda e costruttiva.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere che ti abbia emozionato Sari.
      Bisognerebbe dimenticare ma qui specifico l'intenzione di ricordare, se non altro per evitare di dare fiducia a chi proprio non merita e non commettere lo stesso errore. La pace probabilmente ci sarà solo se finirà nel modo giusto e vero.
      Grazie e bacio!

      Elimina
    2. Il perdono è stato un inciampo per me, vi ho lavorato molto, anche confrontandomi con persone e libri e sono giunta a pensare che non bisognerebbe dimenticare, come dici, il male ricevuto, occorre non farlo diventare un'arma di ritorsione o un tormento, certo, ma scordare no. Il perdono gratuito, senza pentimento, non produce che l'occasione di ricevere altro male.
      Penso il perdono come un percorso, senza fretta e senza rimorsi... solo così si può avere la pace che dovrebbe procurare, anche in assenza di pentimenti e scuse.
      Scusa se proseguo questo argomento che, vedo, ti preme.
      Ciao.

      Elimina
    3. Preme anche a te e mi fa molto piacere.
      Bello il tuo commento, grazie di cuore Sari...infinitamente. Ciao.

      Elimina
  3. Risposte
    1. Grazie Vincenzo! Sereno pomeriggio a te, ciao.

      Elimina
  4. Ho letto la tua preghiera, che condivido, e devo dirti che mi ha commossa. Saluti cari.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore Mirtillo.
      Un forte abbraccio! ❤💚💙

      Elimina
  5. Cara Pia,quando subisco un torto,perdono ma non dimentico e cerco, se posso, di ricambiare,ma se il torto è grave credo nella giustizia terrena,spesso lenta e ingiusta,ma è l'unica che abbiamo.
    La giustizia divina non condanna e non assolve lascia a noi il libero arbitrio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Fulvio grazie di essere qui.
      Hai ragione sai? Però la giustizia terrena dovrebbe estremamente migliorare, visto che sempre più spesso si commettono pesanti errori giudiziari che ledono intere famiglie. La dignità umana dovrebbe avere il massimo valore nelle valutazioni.
      La giustizia divina dovrebbe essere l'unico metodo di valutazione. 😉
      Abbraccio, buon pomeriggio e sera! 😗

      Elimina

Posta un commento

I vostri preziosi pensieri siano i benvenuti. Grazie.
Tutti i miei scritti sono privati.
Vietato riprodurli senza il mio permesso.