Chi mi segue

Sabato in Arte: Arte con dedica di Antonio Canova

 

Avete mai provato una forte nostalgia verso chi oggi non c'è più o per cui abbiamo riconoscenza? 

È qualcosa di profondo, spesso inconscio, che nasce quando vedi qualcosa che ti impone un ricordo. 

Sapete che probabilmente è accaduto anche a qualche grande artista del passato? 

Oggi vi mostro quest'opera del grande 

Antonio Canova 

che spero, un giorno, di poter ammirare dal vivo. 


Immagine dal web 

Dedalo e Icaro 

Museo Correr 
Venezia 

1779 

Immagine dal web 

Dedalo e Icaro 

Museo Correr 
Venezia 

1779 


Quest'opera fu realizzata da giovanissimo perché desiderava potersi pagare un viaggio importante per la sua formazione artistica e culturale. 

Rappresenta Dedalo col figlio Icaro intento a legare le famose ali, da lui realizzate, per poter fuggire dal luogo in cui entrambi erano imprigionati. 

È una potentissima immagine espressiva. 

Logicamente Canova riuscì nel suo intento. 

Ciò che non si sa è cosa volesse realmente realizzare questo sensibile e talentuoso artista. 

Come potete notare, c'è troppa differenza d'età tra i due soggetti. 

Questo perché Antonio Canova, con questo lavoro, ha voluto omaggiare il proprio nonno che gli ha insegnato il mestiere al quale si dedicherà con forza e talento per il resto della sua vita. 

Gli attrezzi del mestiere sono ai piedi di entrambi, quegli attrezzi che lo faranno volare verso la sua realizzazione. 

Vi lascio ad ammirare questo capolavoro e vi ringrazio tutti.  

Buon fine settimana, ciao. 

Commenti

  1. Prima della Pandemia, ho visto una mostra su Canova alle Gallerie d'Italia a Milano, poi non son più potuta tornare a Milano per moltissimo tempo. Quest'opera è molto bella , è vero che c'è molta differenza di età tra i due.
    Un bellissimo gesto di affetto verso il nonno, che gli aveva trasmesso il suo talento. Saluti cari.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravissima Mirtillo, hai fatto benissimo.
      Gli ha trasmesso i mezzi per sviluppare il suo talento e meno male aggiungerei io. Grazie di cuore e buona Domenica.

      Elimina
  2. Un capolavoro, sono tante le sue opere realizzate.
    Buon sabato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero molte e tutte bellissime.
      Grazie Vincenzo. Buona Domenica!

      Elimina
  3. Il Canova è un artista immenso e quest’opera ci dimostra che fosse grande già agli inizi della sua carriera. La differenza di età è ben visibile e credo che sia davvero un bel gesto di amore e riconoscenza l’omaggio a suo nonno. Sicuramente, come hai detto, avrà provato grande nostalgia e ha voluto rendere manifesto l’affetto che li aveva legati. Le persone che amiamo ce le portiamo dentro per sempre, anche quando non ci sono più. Un post molto interessante. Oggi ho imparato una nuova cosa, grazie Pia. Un abbraccio, buon sabato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le doti erano più che evidenti già in tenera età. Purtroppo ha perso il padre molto presto e quindi la madre l'affida al nonno. Ma lui non era proprio uno stinco di santo. Sembra fosse molto burbero invece.
      Eppure lo ha istruito nel modo migliore.
      Credo che questo omaggio gli sia proprio dovuto.
      Felice di averlo fatto. 😉
      Buona Domenica carissima Caterina e grazie a te.

      Elimina
  4. È anche l'inzio della fine, no?
    Visto come finisce la storia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se intendi per ciò che accade ad Icaro purtroppo sì. Era troppo irrequieto ed immaturo.
      Ciao e buona Domenica Alberto.

      Elimina
  5. Ciao Pia, in effetti le due figure mostrano la grande differenza d’età tra il padre e il figlio (cosa possibile ma probabilmente improbabile) ma è l’espressione del viso dei due protagonisti (oltre alle tue parole) ad indirizzare l’interpretazione della scultura.
    Il particolare a cui hai accennato è interessante e ci fa capire quanto sia difficile “leggere” le opere del passato (si pensa che in quanto figurative sia sufficiente guardarle per comprenderle) ci sono sfumature che sfuggono anche agli addetti ai lavori, figuriamoci al pubblico con competenze ridotte.
    Grazie per il tuo “sottile” e fondamentale scritto.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, i lineamenti e soprattutto le espressioni facciali tradiscono una forte differenza di età. Ecco perché il ravvicinato che ho postato. 😉
      Molte cose non si conoscono e credo sia molto difficile comprenderle solo osservando un'opera.
      Grazie a te per aver gradito. Ti abbraccio forte Romualdo.
      Buona Domenica!

      Elimina
  6. Il Canova è un grandissimo artista, resto sempre incanta dalle sue capacità anche espressive ed è sorprendente vedere quanto fosse bravo già ai suoi inizi. Grazie. Buon fine settimana Pia, un caro saluto. Stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti mi stupisco sempre anch'io quando vedo giovanissimi con tali capacità. E questo ancora oggi.
      Grazie a te Stefania, un grosso smack! Buona Domenica.

      Elimina
  7. Non sapevo che l'opera fosse un omaggio del Canova a suo nonno. Si impara sempre tanto leggendoti. Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ebbene sì. Impariamo tanto l'una dall'altra se per questo. 😉
      Grazie Mari, buona Domenica!!! 😗

      Elimina
  8. Ci sono artisti ed opere che incantano davvero.. spero tu possa ammirarla presto dal vivo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mamma mia Franco. Tu non hai idea di quante cose abbia rimandate nei secoli dei secoli. 😁
      Ci spero davvero e grazie dell'augurio. Abbracioooo!

      Elimina
  9. Canova è uno dei più grandi artisti della storia italiana. Questa opera purtroppo no, ma ho potuto ammirare altre sue opere celeberrime a Roma presso Villa Borghese, Musei Vaticani e Galleria Nazionale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti, essendo un lavoro molto giovanile, non é uno dei migliori suoi lavori.
      Il mio intento era diverso però, ecco perché ho preferito questo, magari anche il meno comune o conosciuto.
      Bravo tu Ariano ad averne potuto ammirare in giro.
      Ciao, abbraccio!

      Elimina
  10. Arte para apreciar! Un abarzo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore Hanna. Un abbraccio forte a te.

      Elimina

Posta un commento

I vostri preziosi pensieri siano i benvenuti. Grazie.
Tutti i miei scritti sono privati.
Vietato riprodurli senza il mio permesso.