Chi mi segue

Attendendo le 22.58 del 20 Marzo.






Ci sono giornate un po' così  dove neanche i pensieri ti fanno più compagnia, dove vorresti fare tante cose ma non ne realizzi una. Giorni in cui tutto sembra fermo, immobile, dissonante col tuo essere sempre attivo e sempre in movimento. 
Sembra strano che possa esserci tanta leggerezza e calma. 
E se non fosse un bene ciò? 
Una malinconia ti prende e vorresti che la mente fuggisse, si allontanasse dalle fatiche quotidiane, dalle tristi ed inaspettate sorprese della vita e dai doveri imposti.  
Nello stesso tempo provi un pizzico di tristezza. Non sai bene perché. 
È come se volessi raggiungere ed abbracciare qualsiasi straordinarietà del mondo e ti rendessi conto, in un solo attimo, che ciò non potrà mai essere. 
Ed allora resti lì ad escogitare propositi colmi di speranze che qualcuno, in qualche modo, ha voluto bloccare se non annullare. 

Ma tale inquietudine, anche se continua nel tuo essere e non vuole abbandonarti, sembra duri il tempo di quel momento in cui la goccia si forma ed agisce cadendo, lasciando una semplice traccia umida. 
Perché poi la mente riprende il suo viaggio, tra dolci ricordi e tenere immagini. 

Si sveglia con un semplice buongiorno. 





Parola che distende ed augura al cuore oltre che alle genti un forte senso di positività. 

In questo Marzo davvero pazzo ritrovi la tua stabilità. 
Perché se non fosse così e cioè se non stessero per tornare gli uccelli migratori, se la natura non avesse in sé nascite che ad osservarle ti fan provare grande stupore (nonostante fossero cose viste e ripetute ogni nuovo anno), se non avessi tanta voglia, anche dentro di te, di un risveglio, di una cavalcata tra i monti o di un semplice desiderio di una passeggiata ad osservare il mondo, se non ci fossero giornate tra la pioggia ed il sole, allora qualcosa si romperebbe dentro noi. 
Questo è il mese biricchino che ci fa sorridere e piangere nello stesso momento e ciò non dovrà mai cambiare se vogliamo vivere bene ed in serenità. 




Già lì vedi i colori. Tra il verde, il rosso bruno, il rosa lieve, il giallo allegro, il bianco puro, l'azzurro tenero, si scorge lo sbocciare di una forte ed allegra primavera che ti riempirà il cuore e spazzerà via quella breve, lunga giornata intrisa di malinconia. 
E se invece tutto ciò fosse un bene? 
Sì, fa bene. E per ora restiamo sospesi in una giornata in cui non farai niente ed in cui neanche i pensieri troveranno posto nella tua mente. 
Ogni cosa resta ferma lì, come dei libri ben riposti in attesa di.  


Pia



Commenti

  1. Cara Pia, dopo avere letto, posso costatare che anche io posso dire. buon giorno!!!
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Tomaso!
      🎵🎶🎵🎶🎵 È primavera! Svegliatevi bambine! 🎵🎶🎵🎶🎵
      Abbraccio e sorriso ricambiato. Grazie!

      Elimina
  2. Risposte
    1. Grazie Vincenzo caro, abbraccio.

      Elimina
    2. Ben arrivata, Primavera, personalmente preferirei dare il benvenuto all’autunno, questa luce nuova, questi risvegli improvvisi o meno, chissà perché, mi negano la fantasia. Buona giornata.
      sinforosa

      Elimina
    3. Caspiterina, a me fa l'effetto opposto...ahahahah...
      Non riesco ad avere preferenze tra le stagioni Sinfo.
      Ma sono tanti che, come te, amano maggiormente l'autunno.
      Buona e serena giornata a te, grazie!

      Elimina
  3. Oggi appunto entra la primavera.
    Vedrai: nuovi colori, nuova luce... certo, l'attesa c'è, ma marzo pazzo sta per terminare e la malinconia lascerà spazio alla gioia di fare quel che vuoi. Passeggiate, scoperte.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero sia come scrivi e concordo con te Miki.
      Non vedo l'ora! 😘

      Elimina
  4. Stati d'animo altalenanti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei influenzata da Marzo cara Gianna, una cosa più che normale. 😉🙃😁
      Bacio e grazie! 💋

      Elimina
  5. Qui in Germany tutto speciale: la Primavera arriva domani, oggi ultimo giorno d'inverno. Freddino se c'è vento
    e infatti c'era. Da noi marzo è pazzerello, qui per i Doicc invece ancora tutto moscio; poi arriva "April, april, der macht
    was er will" Facile no? Aprile lui fa quello che vuole.
    E noi italici ci prendiamo sti due matti dicendo "jatevenne a favve futtere, sti brutti cacacazzi"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahah...mi ha fatto morir dal ridere.
      E meno male che hai tradotto, il Doiccc devo ancora impararlo.
      😁😂😁😂🤣😁😂🤣
      Speriamo finiscano in fretta...😘

      Elimina
  6. Per me arriva domani. Anche se a Milano sembra sia scoppiata già da tempo.
    Ti abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beata te, oggi qui ha fatto un freddo terribile. 😐
      Bacio Mari e notte serena. 💋🌟

      Elimina

Posta un commento

I vostri preziosi pensieri siano i benvenuti. Grazie.
Tutti i miei scritti sono privati.
Vietato riprodurli senza il mio permesso.