Chi mi segue

Il nuovo e la nostalgia. Opinioni contrastanti e le differenze enormi del Festival oggi.

 

Ieri il primo giorno di un Festival che ha avuto da sempre opinioni contrastanti spesso dovuti a pregiudizi errati, ha visto sul palco giovani e meno giovani dalle grandi potenzialità. 

Mi è piaciuto guardarlo anche se, essendo "matura", mi sono addormentata perdendomi qualcosa che dovrò recuperare oggi. 

Da piccolina ho vissuto questa gara canora sempre con allegria e serenità. Anche se, ad esser sincera, non volevo essere sempre attaccata lì, ogni anno, a guardare qualcosa che comprendevo poco. Ero, un tempo, come tanti di voi oggi. Mi ribellavo e la consideravo qualcosa di stupido, da evitare perché volevo interessarmi ad altro. 

Solo col senno di poi ho compreso quanto fossi in errore. 

Bisogna sempre approfondire per comprendere e spesso, com'è capitato a me da gggiovane, diamo opinioni sbagliate e non vediamo le cose come stanno. 

Ma non desideravo essere prolissa. 


Talento, precisione, sensuale bellezza.
Immagine dal web 

Solo che vorrei indicare la strada a chi si rifiuta categoricamente di guardare il Festival di Sanremo. 

È una speciale occasione per comprendere il nuovo giudizio dei giovani. La musica, in questo caso particolare, mette in evidenza il pensiero ed i gusti giovanili. Se vogliamo comprenderli è importante vederli ben rappresentati in questi brani canori che ogni anno ci vengono proposti. Al di là della gara in questione. 


Look strepitoso, talento più che ovvio, fantasia artistica.
Immagine dal web 

Ecco perché non comprendo e rifuggo tutti quei no categorici che, senza offendere nessuno perché è solo una mia opinione, trovo da considerare come un atteggiamento estremamente immaturo. 

Tornando al Festival, io vi suggerisco ardentemente di guardarlo. 

Anche se vi sembra stupido, inutile, poco colto (che a parer mio proprio non è). Anche se vi addormenterete dalla stanchezza, anche se pensate che è meglio dedicarsi ad altro... 


Tenerezza a piedi nudi, talento, originalità canora.
Immagine dal web 

Scoprirete un mondo che non conoscete proprio perché lo rifiutate a priori e per me è come rifiutare tutto il mondo giovanile e le sue idee preziose che un giorno probabilmente saranno del futuro. Sempre se volete conoscerlo questo futuro. Essere curiosi è prioritario per me, perché, come disse Michelangelo nel pieno della sua età matura: "Io sto ancora imparando". 

Non si dovrebbe mai smettere d'imparare e conoscere. Inoltre é solo osservando le cose che lo si potrà fare. 

Io ci proverò sempre ed anche stasera se riuscirò a tenere gli occhi aperti e le orecchie attente. 


Arte discreta e sofisticata ma anche estremamente rock, talentuosissimi!
Immagine dal web 

Che poi vuoi mettere il meraviglioso confronto tra il passato ed il presente che sempre troviamo ben evidenziato in questo mondo musicale? 

La mia umile opinione è che finalmente il Festival di Sanremo si rivolge specialmente a coloro che ci rappresenteranno nel futuro. 

Ho sentito che sono proprio loro, con un'età compresa tra i 25 e 35 anni ad aver ascoltato maggiormente questa meravigliosa gara e questo m'inorgoglisce e mi fa sperare in un futuro migliore, perché colmo d'intelligenza e scoperta. 

La cultura, come si sa, non è scontata e dipende molto dalle nostre scelte. 

Oltre i pregiudizi e l'orgoglio. 


Ospite di levatura musicale e teatrale estremo e tutto italiano, orgoglio della nostra nazione.  Immagine dal web 

Stasera spero siano ancora di più gli ascolti e l'attenzione. 

E finalmente vedo serenità, voglia di spensieratezza, e grande forza verso chi s'impegna in questo campo artistico. 

Il nostro sostegno è prodigioso, pensateci. 

Specie in questo tempo pandemico, d'isolamento, estraniamento e difficoltà lavorative. 

Allora buon Festival di Sanremo recitato e canoro a tutti! 

Ciao. 


I mattatori sono loro! 
Immagine dal web 


P.s. 

Voglio  mettere in evidenza coloro che ho amato di più ieri. 

Sono gli artisti che sono stati messi in evidenza su Sky Arte in una alcune puntate musicali indicate come 

Indie Jungle. 

Una serie di concerti che sono andati in onda proprio per ribellarsi alla pandemia,  anche se non dal vivo ma estremamente seguiti ed amati. 

Sotto tutte le puntate del 2020  da guardare e riguardare se vi va. 

1) 17 ottobre Frah Quintale 

2) 24 ottobre Fulminacci 

3) 31 ottobre Calibro 35 

4) 7 novembre Coma Cose 

5) 14 novembre La Rappresentante di Lista 

6) 21 novembre Gazzelle 

7) 28 novembre Ghemon 

8) 5 dicembre Eugenio in Via di Gioia 

9) 12 dicembre Colapesce/Dimartino 

10) 19 dicembre Selton 

11) 9 gennaio Lucio Corsi 

12) 16 gennaio Lucio Leoni 


Spero abbiate riconosciuto alcuni dei quali hanno partecipato nella serata di ieri. 

Abbraccio a tutti! 


Lista suggerita da Wikipedia. 

Commenti

  1. Io l'ho guardato, fino a quando non mi sono addormentata, verso le 23,30. Comunque mi è piaciuto, anche se tanti cantanti non li conoscevo perchè seguo poco la musica. Mi sono piaciuti molto Amadeus e Fiorello insieme. Mi è piaciuta la Bertè (a parte il loock !!) . Mi sono piaciuti cantanti che non conoscevo e dei quali non ricordo il nome , mi è piaciuta Arisa (che è diversa ogni volta che la vedo) . Mi è piaciuta l'artista , della quale non ricordo il nome) che ha presentato con Amadeus e Fiorello. Lo guarderò anche stasera mi sembra un bello spettacolo, mi piace guardare anche i vari abbigliamenti. Saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io mi appisolavo in continuazione e credo che stasera non sia diverso. Grazie della tua considerazione sulla serata. Ho condiviso quasi ogni tua indicazione. L'artista che ha condotto la serata di ieri è Matilda De Angelis, davvero bravissima, divertente e sicura di sé sul palco.
      Il look è tra le cose più belle di ogni Festival, sono curiosissima anch'io di conoscere gli altri abiti di stasera.
      Ti abbraccio Mirtillo e buon divertimento stasera.
      P.s. Se ti va, passa da Mariella per spettegolare sull'evento. Bacio.

      Elimina
  2. Io finché ho retto me lo sono goduta proprio. Ho riso all'entrata di Fiore con "l'accappatoio di rose rubato nel camerino di Lauro" e via discorrendo. Ci mancava il festival e la sua leggerezza, ne avevamo bisogno. E chi sta lì a criticare, il perché, il come e l
    Il quando, ci faccia il piacere di dedicarsi ai suoi noiosi hobby e ci lasci in pace per qualche giorno. Se poi superasse anche i pregiudizi, provando a guardare una serata finché ce la fa, noterebbe che la musica è ben diversa da quello che si ricorda di quando lo guardava in età mesozoica😜 bravi i presentatori, bravissima Matilda, inutile IBra, meno siparietti grazie, facciamo cantare ad un orario civile tutti e soprattutto i look, speriamo che stasera si migliori che ieri erano debolucci. Se volete sapere chi veste chi, basta chiedere: so tutto. Comunque ho in testa le canzoni di Michielin e Fedez, quella di De Martino e Colapesce e i Maneskin!!! Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mariiii vorrei divertirmi anche stasera e di più!
      Poi vorrei restare sveglia e non perdermi scene, ahahahah...
      Comunque io trovo che sti ggggiovani abbiano lo stesso grande talento dei gggggiovani di un tempo! Basta guardare oltre il nostro egoistico, presuntuoso naso.
      Gli abiti non erano male, ho riconosciuto potente il gusto odierno... che vorrei indossare anch'io ma... "Non ho l'età...🎶🎵🎶" 😁
      Sì, hai indicato gli artisti giusti che hanno colpito anche me, qualcuno di loro già li conoscevo, come ho spiegato.
      Buon divertimento per stasera, bacioooo!

      Elimina
    2. Ibra lo vestono i Casamonica.. ahah.. comunque stasera Milan.. se ne parla giovedì..

      Elimina
    3. Ahahahah... avranno lo stesso stilista... 😂😁
      Eccerto, il Milan merita... 👍 quando vuoi.

      Elimina
  3. Non è la musica che ascolto e, credo, non è neanche la musica che farà cartello. Sono già diversi anni che accade.. Sanremo è Sanremo e diciamo che non ha età, ma resta un fenomeno avulso, mucica leggera che si dimentica in un amen. Non che l'altra musica, quella che fa il mercato, rimanga molto di più in giro, ormai si brucia tutto.. è poca la roba che rimane. E se rimane, c'è un motivo, più che un motivetto..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Franco anch'io ascolto musica diversa però amo anche le evoluzioni musicali e lo sto riscontrando proprio in questi ultimi anni di Festival sempre più lontano dalla forma strutturale del passato.
      Ecco perché incito a guardarlo per osservare meglio ciò che si sta lentamente trasformando.
      Non concordo con te, la musica non si brucia velocemente, al contrario si fissa più del passato nelle menti future dei ragazzi di oggi. Gli stili sono ancora più personali e variegati. Come scrivo sempre, un giorno saranno loro ad avere nostalgia dei ricordi di oggi, saranno loro il futuro ed è giusto che se lo costruiscano come meglio credono. Esattamente come un tempo abbiamo fatto noi.
      Grazie di aver condiviso il tuo pensiero intelligente che rispetto più che mai. Abbraccio e smack!

      Elimina
    2. Franco sei un disco rotto, aggiornati:-) detto questo ma che ci va a fare a Milano Ibra se non gioca?

      Elimina
    3. Mi sa che dovevi inserirlo su questo commento Mari. 😂
      In attesa di risposta... 😉

      Elimina
  4. Ormai la manifestazione canore è messa in secondo piano, contano di più le star che vanno sul palco per avere una visione a 360°, mai come quest'anno le canzoni saranno rivalutate perchè senza pubblico forse si presta maggior attenzione alle stesse. Tutto il contorno che negli anni scorsi era diventato uno spreco di notorietà costosa, possa essere ridimensionata al solo ascolto delle canzoni. La storia insegna che i miglior brani bocciati a Sanremo, sono poi diventati successi planetari e comunque se ne parla sempre ma sempre esisterà. Un saluto e buona settimana, Angelo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande opinione molto obbiettiva la tua Angelo.
      In effetti l'attenzione è maggiormente fissata sulla musica a 360°. Hai fatto delle giuste osservazioni che condivido molto.
      Forse quest'anno vincerà davvero il pezzo musicale più meritevole?
      Staremo a vedere.
      Grazie mille e buona settimana e serata a te, ciao! 😙

      Elimina
  5. Ciao Pia, io sono curioso e non giudico mai senza conoscere, ogni anno de Festival vedo qualche pezzetto ma passare una intera serata o magari cinque più parte della notte davanti alla TV per gioire con Fiorello e Amadeus proprio non fa per me. Ieri sera ho visto l'inizio dove Fiore e Amadeus correvano mano nella mano attraverso il palco poi con ragione ho spento la Tv.
    Un caro saluto, fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fulvio!
      No dai, anche per me non è il caso di andare oltre all'ascolto dei pezzi musicali, il problema è che si allunga ancora troppo la serata. Speriamo che un giorno si rientri in un tempo limite senza sforare ma... la vedo dura... 😥
      Ahahahah... certo che sei riuscito a guardare almeno la parte migliore... ahahahah... o forse era meglio evitare... 😆😂😁
      Ricambio il saluto fortemente. Grazie e smack!

      Elimina
  6. Io per tanti anni l'ho visto, per tanti altri non l'ho visto, l'anno scorso lo seguii. Quest'anno no un po' perchè tolti i Måneskin non mi sembra ci sia molto, e poi perchè ieri sera non ne avevo voglia mentre stasera c'era anche il derby di Genova finito in pareggio 1-1. Ma la ragione principale è che quest'anno proprio non riesco ad avere pazienza e la minima cosa che mi sembri stucchevole, vuota o banale, mi prende subito male e mi infastidisce ed a Sanremo la kermesse canora è spesso grande fucina di stereotipi vuoti, piccole bugie che però mandano in belva.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai Daniele anch'io per qualche anno non l'ho seguito e quindi ti comprendo.
      Mi dispiace per il derby, spero che il pareggio vada bene comunque però.
      Credo che tutto dipenda da come si guardi il programma.
      Io mi diverto con leggerezza, mi piace la musica e scoprire le novità che vengono proposte.
      In effetti in ogni trasmissione ci sono cose che notiamo e non gradiamo. Quindi ti capisco e rispetto la tua opinione.
      Grazie Daniele. Ti auguro un dolce sonno, notte! 🤗😙

      Elimina
  7. Io non guardo San Remo. Ma non per essere controcorrente o anticonformista, solo perché quel tipo di intrattenimento noni piace. Ci ho provato in tutte le mie prove e niente, non riesco a farmelo piacere. Anzi, ti dirò che è uno spettacolo che mi mette parecchio a disagio, limite mio.
    Non ne parlo e nemmeno lo giudico, dico solo che non fa per me 😉
    A voi che piace non posso che dire; buona visione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sara per l'augurio.
      Lungi da me il farti gradire ciò che non ami.
      Bacio e buona serata.

      Elimina
  8. io essendo più "maturo" di te ho resistito soltanto 2 minuti...
    Un sorriso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse siamo entrambi diversamente "maturi". Io ho resistito circa 4, fa lo stesso? Ahahahah...
      Bacissimi, grazie Luigi!

      Elimina
  9. A Sanremo non ammetto il trash, se cantassero solamente sarebbe meglio, ovviamente cantare canzoni di un livello più alto di quello visto nella prima puntata..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, l'esagerazione non la gradisco anch'io Pietro.
      Ma devo dirti che, forse per la mancanza di pubblico in sala, gli altarini sono stati davvero pochi. La musica è stata regina assoluta per me finora.
      Grazie! 😙

      Elimina
  10. Ciao Pia. Lo scorso anno lo vidi interamente, piacevolmente sorpresa dalle novità apportate da Amadeus. Ho gradito tutto, anche gli imprevisti clamorosi. Erano anni che non lo guardavo fino in fondo. Quest'anno non ci sono riuscita: ci ho provato, ma il teatro vuoto mi ha provocato una tristezza infinita. Guarderò a posteriori qualcosa, se la curiosità mi dovesse assalire. Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Graziana.
      In effetti hai fatto bene. Lo scorso anno già si notavano tante novità. In queste serate si è fatto lo stesso ma credo anche che molte modifiche non siano state effettuate proprio a causa della pandemia.
      Il teatro senza pubblico ha intristito anche me. Sono stati, finora, molto bravi perché hanno cercato di non farlo notare più di tanto e per questo avranno per sempre la mia ammirazione.
      Si sente invece, molto forte, la voglia di portare avanti un spettacolo senza badare ad altro che la musica e la teatralità dell'arte. Con grande leggerezza tra l'altro.
      Di sicuro sarà uno dei migliori festival che ricorderò, per sempre, con immenso piacere. Al di là di tutto.
      Se guarderai qualcosa in seguito capirai che intendo.
      Grazie Graziana di essere passata e ti abbraccio fortissimo. Ciao.

      Elimina
    2. Mi hai convinta. Staserà guarderò ... Un forte abbraccio a te!

      Elimina
    3. Mi fa molto piacere Graziana.
      Spero ti piaccia, fammi sapere ok?
      Abbraccio forte.

      Elimina
  11. Quest'anno il raiplay a sezioni permette di guardare quello che più pensiamo ci aggradi, evitando TUTTO il resto, che è veramente tanto ..ahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caspiterina Franco, è vero! Non ci avevo fatto caso. 😁
      Ma non so quanto possa far bene alla diretta Rai. 😉
      Grazie! Felice Weekend.

      Elimina
  12. Stasera festival..lo guardo insieme al mio amore❤solitamente io SENTO la musica invece lui ASCOLTA..E mi ha convinta..ci sentiamo vicini con la musica e con i messaggi, purtroppo ognuno a casa sua😞
    Buona serata😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Ness1!
      Il Festival unisce tanti cuori, anche a distanza.
      Che poi bellissimo il tuo indicare la differenza tra Ascoltare e Sentire... applausi! 👏👏👏
      Felice giorno e grazie di cuore! 😗

      Elimina
  13. Ciao Pia, sono stata un po' assente per vari impegni e sono contenta di ritrovarti qua, con i tuoi post. Ho cercato di seguire Sanremo per restare un po' al passo con i tempi, ma dico ho cercato... perché tra le molte interruzioni pubblicitarie davvero non ho retto fino in fondo. Così mi è capitato di sentire ogni sera sempre un po' gli stessi interpreti e di essermi persa le isibizioni più interessanti e meritevoli. Ho rimediato ascoltandole su youtube. Certo che c'è un bel salto dai festival di un tempo, ma si capisce che tutto muta e non sarebbe Sanremo se non fosse una vetrina sulla nostra realtà di oggi. Mi è piaciuta la canzone di Ermal Meta arrivato terzo, mi pare. Ho trovato troppo roccheggiante la canzone dei Moleskin ma credo che il parere dei giovani abbia influito molto su questo risultato. Anche la canzone di Colapesce e Dimartino non è male. Comunque in generale ho trovato giovani di talento, peccato per lo spettacolo così diluito nelle ore... che non mi ha impedito di apprezzarlo fino in fondo.
    Buona domenica e un abbraccio a te
    Stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon pomeriggio carissima Stefania.
      Quest'anno è stato difficile anche per me seguire il Festival, ero sempre stanca la sera e mi sono appisolata più volte perdendo anch'io qualche brano che recuperavo nella puntata successiva.
      Non hai torto quando scrivi che è molto cambiato nel corso degli anni, però giustamente visto che la nuova generazione, come sempre, ha gusti diversi dalla vecchia. E lo spettacolo segue la stessa scia.
      Io gradisco molto i cambiamenti. Quindi ho seguito volentieri questa nuova formula canora.
      Hai ragione sulla questione delle pause nel programma. L'ultima sera erano proprio troppo eccessive. Ciò ha stressato anche me. 😉
      Però le premiazioni sono state abbastanza giuste. Ermal aveva, nel suo pezzo, un testo molto bello ma ho gioito anch'io per la vittoria dei Maneskin che ho seguito dal principio della loro carriera e dei quali conosco molto bene il loro immenso valore artistico.
      Condivido anche la tua opinione sui Colapesce Dimartino, davvero molto bravi.
      Grazie di questa tua gradita opinione, felice di ritrovarti e ti auguro una bellissima e serena serata. Ciao.

      Elimina
  14. Quanta nostalgia quando il Festival, assieme alle trasmissioni di Mike Bongiorno , agli sceneggiati, agli arrivi del Giro d'Italia, alla Tv dei Ragazzi era un momento di aggregazione davanti alle poche televisioni che c'erano. Tutto si fermava nella serata finale del Festival, e poi si correva a comprare il disco. Oggi non lo guardo più, ma sono contento che ci sia ancora e che venga ancora seguito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissimo Costantino.
      Immagino la tua nostalgia sul Festival del passato.
      I miei mi hanno raccontato quel che tu descrivi. Pensa che ai tempi i miei nonni furono i primi a possedere la tv nel palazzo dove abitavano e tutto il condominio si riuniva a casa dei miei cari proprio per guardare tutti insieme questa splendida gara canora. Ricordi che difficilmente possono essere cancellati e che tornano in mente con tanto affetto.
      Quanto è cambiato da allora... davvero tanto...
      Mi dispiace che tu non lo segua più ma lo capisco.
      Oggi è comunque qualcosa che unisce, la musica e lo spettacolo hanno ancora questa capacità secondo me e meno male aggiungo io.
      Grazie di cuore per questo tuo gradito intervento qui da me, ti abbraccio fortissimo. Buona serata!

      Elimina
  15. Io non amo particolarmente Sanremo, non lo guardo mai interamente ma cerco di porre attenzione a ciò che mi interessa di più.
    In genere mi interesso degli ospiti. Le mie preferite, quest'anno, sono state Matilda De Angelis e Giovanna Botteri, due ospiti strepitose per motivi diversi.
    Per quanto riguarda i cantanti io ho apprezzato molto Annalisa, Noemi ed Ermal Meta.
    Non ho assolutamente condiviso la vittoria dei Maneskin, non li ho mai apprezzati, ma questo rientra nei miei personali gusti.
    Ascolto diversi generi anche grazie al mio compagno che mi ha fatto conoscere vari cantati che non seguivo.
    Certo, passare dai Nightwish, (o i Rhapsody) ad Alicia Keys è un po' azzardato ma vi assicuro che non è poi così male :-)
    Che dire? Ognuno ha i suoi gusti e vanno rispettati.
    Per quanto io non identifichi la musica con la kermesse di Sanremo apprezzo l'impegno che ci mettono ogni anno per cercare di renderlo più accattivante; a volte il tentativo è vano, altre volte c'è qualcosa di più interessante.
    Insomma Sanremo sarà sempre un argomento controverso ma questo vale per tutti gli eventi con una certa risonanza mediatica.
    Un saluto grande grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che grande commento il tuo Giulia, ti ringrazio tantissimo.
      È difficile seguire per bene il Festival, dura sempre troppo a lungo e forse questa cosa dovrebbe proprio essere corretta. 😁
      Le due grandiose donne che hai nominato sono state tra, gli ospiti, le più in gamba e preziose. Sì, condivido pienamente la tua opinione.
      Anche per me Annalisa, Noemi ed Ermal sono stati tra i migliori. Per esempio non ho condiviso il secondo posto sul podio ma come scrivi anche tu i gusti non sono uguali per tutti.
      In realtà ho seguito anche i bravissimi ragazzi del Sanremo giovani e credo che avrebbero dovuto vincere tutti per quanto li ho trovato dotati.
      Per fortuna hai il tuo lui che ti fa conoscere qualcosa di molto valido musicalmente (i Nightwish... Wow! Per non parlare della gran voce di Alicia). 😉
      Il fatto è che adoro ascoltare musica e seguo sempre tutto con grande interesse. Se poi li conosco da tanto (come i Maneskin) non posso che applaudire perché so quanto la loro vittoria sia meritata.
      Sanremo si sta trasformando lentamente e questo allontana qualcuno mentre ne avvicina altri. Ma è giusto così.
      Di nuovo ti ringrazio Giulia! Buona e serena settimana, abbraccio forte. Ciao.

      Elimina
  16. Ciao Pia, per motivi di famiglia non ho visto il festival.
    Il ricordo del festival è quello quando, in quelle tre serate, la mia casa si riempiva di parenti e amici per assistere alla trasmissione più importante dell'anno. Ho molta nostalgia di quel passato.
    Un saluto caro
    Rakel

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Rakel, ciao!
      Mi dispiace tu non abbia potuto, spero tutto bene...
      Sono proprio questi i ricordi più cari che dobbiamo tenerci stretti più che possiamo. La nostalgia... anche in me... 😊😉
      Ti abbraccio fortissimo, grazie. 😙

      Elimina
  17. Ciao Pia spero tutto bene è un po' che non posti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Daniele.
      Va tutto bene, grazie di avermelo chiesto.
      Mi sono semplicemente fermata ma ti e vi leggo sempre.
      Un forte abbraccio e di nuovo grazie di cuore. 😗

      Elimina
  18. Io ho seguito il festival quest'anno perché partecipavano i miei preferiti e guarda caso, hanno vinto! Confesso, io ho votato Maneskin. L'ho fatto perché adoro la loro aria ribelle, l'anticonformismo e il manifesto contro il conformismo. Ah, è cantano musica rock. Chi dice che la loro musica non è rock, non hanno ascoltato tanto rock per cominciare. Sono contenta che ha vinto la musica dei giovani, la musica nuova. Io non ho più la loro età però spero che almeno cosi le cose comincino a cambiare e non vedremo più finire ultimi, i cantanti validi ;)
    Ho trovato anch'io molto validi alcuni dei cantanti che hai nominato prima, fortunatamente la musica italiana promette molto bene ancora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Flo!
      I Maneskin erano una certezza in effetti. Per me hanno vinto meritatamente.
      Buona musica, nuova e valida finalmente... e soprattutto non "antica", ahahahah... 😉
      In fondo il Festival è stato sempre pensato per i giovani artisti emergenti, per incontrare il gusto giovanile e mi sembra sia stato così, almeno per me.
      Vero gli artisti scelti sono validissimi tutti, concordo pienamente.
      Felice che anche tu ti sia divertita a guardarlo, evviva!
      Un forte smack e grazie! Buona giornata. 😙😚😙

      Elimina
  19. Saluto caro e Buona Pasqua
    Rakel

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello leggere questo tuo saluto Rakel.
      Grazie di cuore e buona Pasqua anche a te! 💖

      Elimina

Posta un commento

I vostri preziosi pensieri siano i benvenuti. Grazie.
Tutti i miei scritti sono privati.
Vietato riprodurli senza il mio permesso.